La tua azienda online

Fai conoscere i tuoi servizi

Sei alla ricerca di articoli su google, per testi, blog e altro.

Sei arrivato nel sito di Article Marketing giusto, qui sono disponibili articoli divisi per categorie.

promoter vendi24

Sicurezza nello snowboard: le protezioni

Lo snowboard (Wikipedia) è uno sport che da poco più di una decina d’anni sta prendendo sempre più piede nel nostro Paese, coinvolgendo sportivi ma anche semplici amanti della neve attirati da questo sport con la tavola. L’età è variabile ma si parla per lo più di soggetti giovani tra i 15 ed i 25-30 anni, a volte alla prima esperienza con uno “sport invernale” quale può essere lo sci e lo snowboard. E forse anche per l’ età media bassa di chi si approccia allo snowboard, utenti giovani poco esperti e forse più imprudenti, gli infortuni in questo sport non possono certo essere definiti una rarità. In particolare si è visto che gli incidenti avvengono soprattutto nei principianti che, nonostante guidino la tavola con manovre più facili, hanno meno controllo della stessa e perdono, quindi, più facilmente l’equilibrio, causando talvolta incidenti con gli altri rider. A tal proposito riportiamo dati che affermano che il 25% degli incidenti nasce da rider alla prima esperienza e quasi il 50% da rider alla prima stagione sullo snowboard. E’ per questo che sempre più frequentemente gli snowboarder non si attrezzano solamente con tavola da snowboard, scarponi da snowboard ed attacchi da snowboard (segui questo link), ma cercano protezioni che vanno da quelle più semplici e meno “invasive” fino alle protezioni tipo motociclistico (cross). Citeremo qui le più comuni e usate dai rider esperti ma anche , e forse a maggior ragione, dai principianti che ancora non hanno dimestichezza con la tavola da snowboard (tutte le tavole su www.northwavesnow.com). Innanzitutto i guanti da snowboard con para-polsi. Questi sono essenziali visto che la rottura del polso nello snowboard è l’ infortunio più comune. Spesso infatti i rider più inesperti cadono all’indietro anche da fermi o quasi e la neve dura o schiacciata crea sollecitazioni intense per i polsi. Vi sono poi le ginocchiere per lo snowboard. Gli infortuni alle ginocchia sono sicuramente meno frequenti dei precedenti ma non così rari. Essi avvengono solitamente tramite impatto con rocce, pali, alberi ed anche in questo caso le protezioni sono molto consigliate sin dal primo approccio. Tra le protezioni più utili vi è il calzoncino per sedere, osso sacro e bacino. Questo limita i traumi al bacino che possono consistere di grossi ematomi come anche fratture. Inoltre offre valido supporto al sacro e alla colonna, limitando i danni vertebrali da caduta come lo schiacciamento delle vertebre. Anche se probabilmente meno importante rispetto la sicurezza, vi è il fatto che questi pantaloncini offrono un ottimo isolamento termico durante le pause di riposo seduti sulla neve. Per tutti è importante poi la mascherina per occhi e viso. Questa permette di avere una buona visuale anche in condizioni di scarsa visibilità ed inoltre, coprendo quasi tutto il viso, limita fastidiose escoriazioni in questa zona a seguito di cadute. Sicuramente meno usata dai principianti ma molto utile ai più spericolati che provano acrobazie, salti e trick in park è la protezione a pettorina per sterno, clavicole e spalle. Per chi va in park e si diverte col rail è consigliabile il guscio protettivo a tartaruga (di tipo motociclistico) che limita i danni vertebrali-midollari da trauma diretto. Per ultimo abbiamo tenuto il casco. Fondamentale, utilissimo, indispensabile per qualsiasi stile voi adottiate per proteggervi nelle cadute, gli impatti contro alberi, pali, rocce o scontri diretti con altri rider.

Elisa Rossa
Q-code: Sicurezza-nello-snowboard-le-protezioni
Località: Sport

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

inserisci la tua mail e rimmarrai aggiornato, perchè non farlo è gratis