La tua azienda online

Fai conoscere i tuoi servizi

Sei alla ricerca di articoli su google, per testi, blog e altro.

Sei arrivato nel sito di Article Marketing giusto, qui sono disponibili articoli divisi per categorie.

promoter vendi24

Il linguaggio dei fiori

Sembra che i primi a sviluppare un linguaggio dando un significato specifico ai fiori siano stati i Turchi nel 17° secolo. Era un modo per comunicare con le proprie amanti che nella maggior parte dei casi non sapevano ne leggere ne scrivere.

Nel 1718 la moglie dell'ambasciatore britannico a Costantinopoli scrisse una lettera in cui esponeva quello che definì “il linguaggio segreto dei fiori” e che disse avere scoperto durante i propri viaggi in terra Turca. Non passò molto tempo prima che l'Inghilterra e tutta l'Europa impazzirono per questa novità esotica.

Nel 1819 Louise Cortambert, sotto lo pseudonimo di Madame Charlotte de la Tour, ha scritto e pubblicato quello che sembra essere stato il primo dizionario del linguaggio dei fiori intitolandolo, Le Language des Fleurs. Era un piccolo libro ma da quel momento è diventato il punto di riferimento sull'argomento. Era un piccolo libro, ma è diventato un punto di riferimento popolare sull'argomento.

Durante l'epoca Vittoriana i linguaggio dei fiori è diventato sempre più popolare. Soprattutto le donne dell'epoca lo apprezzarono perchè permetteva loro di comunicare segretamente sentimenti che a quei tempi erano mal visti.

Nel 1884 venne scritto un intero libro sull'argomento: Il linguaggio dei fiori di Jean Marsh. Fu pubblicato a Londra e diventò subito molto popolare fino a diventare la fonte principale sull'argomento durante tutta l'epoca Vittoriana.

Di seguito però vennero scritti numerosi altri libri da parte di altrettanti autori, tra cui anche William Shakespear, causando però grossi problemi a causa delle incongruenze esistenti fra i significati dati agli stessi fiori.

Bisognava stare attenti che la propria amata avesse letto la copia del giusto libro sul linguaggio dei fiori, altrimenti si correva il rischio di grossi malintesi.

Anche al giorno d'oggi si corre questo rischio anche se in modo minore. Infatti se per quanto riguarda i fiori principali i significati sono piuttosto popolari, in rete si possono trovare versioni differenti sul significato di fiori meno comuni.

Per questo motivo è sempre bene associare un biglietto con un messaggio al propri dono, magari comprandolo presso un sito che si occupi dell'invio di fiori online. Meglio andare sul sicuro... 

Se hai il desiderio di esprimere i tuoi sentimenti inviando un mazzo di fiori, puoi decidere di  avvalerti della professionalità di Fioriflor, un azienda specializzata nell'invio e consegna di fiori online. Anche un mezzo freddo e moderno come internet può essere utile per un tuffo nel romanticismo che solo un mazzo di fiori sa ancora regalare.

Cristian Frialdi
Q-code: Il-linguaggio-dei-fiori
Località: Società

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

inserisci la tua mail e rimmarrai aggiornato, perchè non farlo è gratis