La tua azienda online

Fai conoscere i tuoi servizi

Sei alla ricerca di articoli su google, per testi, blog e altro.

Sei arrivato nel sito di Article Marketing giusto, qui sono disponibili articoli divisi per categorie.

promoter vendi24

Tutti i documenti necessari per le assicurazioni

Prima di iniziare a circolare con la propria auto è necessario tutelarsi tramite i contratti assicurativi obbligatori. Per poterne usufruire, tutte le compagnie richiedono una serie di documenti che possano certificare l’identità del richiedente e i dati del veicolo. Vediamo quali sono tutti i documenti necessari per assicurare la propria auto ed iniziare a circolare senza problemi.

Tutte le compagnie assicurative, che si tratti di agenzie online o fisiche, richiedono al proprio futuro cliente alcune informazioni, che devono sempre essere attestate mediante copie cartacee o virtuali dei documenti indicati.

La lista della documentazione richiesta può essere differente da un’agenzia all’altra, e può variare anche in base alla situazione assicurativa del cliente ed al tipo di veicolo. In quasi tutti i casi, il richiedente deve attestare le proprie generalità, mediante la consegna di una copia di un documento d’identità.

Può essere richiesta semplicemente una copia della carta d’identità, che deve essere in corso di validità, oppure, in aggiunta, anche una copia del codice fiscale, come ulteriore garanzia di riconoscimento. Una copia della patente di guida può essere fornita in alcuni casi, principalmente per valutare l’anzianità di abilitazione alla guida del richiedente.

A tutti i clienti e per tutti i tipi di veicolo è richiesta obbligatoriamente una copia del libretto di circolazione. Questo documento rappresenta una vera e propria abilitazione alla circolazione dell’automobile. Viene rilasciato dalla Motorizzazione Civile sia in caso di prima immatricolazione della vettura, insieme alla targa identificativa, ma anche per garantire l’avvenuto passaggio di proprietà di un’auto usata.

Il libretto di circolazione riporta alcune informazioni del veicolo, tra cui il numero di targa, la data della prima immatricolazione, la marca, il numero del telaio e di omologazione, la destinazione d’uso, la classe ambientale ed altri dati costruttivi. Sul libretto di circolazione sono riportate anche le generalità del proprietario dell’automobile.

Quando si acquista un’auto usata, il libretto dovrà essere aggiornato presso gli uffici della Motorizzazione Civile, dove verranno inseriti anche i dati anagrafici del nuovo proprietario. Un altro documento molto importante è l’attestato rischio, che viene richiesto per assicurare tutti i veicoli precedentemente tutelati da altre compagnie.

Questo documento viene consegnato annualmente al cliente dall’agenzia stessa al quale è vincolato. L’attestato di rischio riporta le informazioni basilari legate alla storia assicurativa del cliente, in particolare riguardo il numero di sinistri in cui sia stato coinvolto negli ultimi cinque anni.

L’attestato di rischio indica anche la classe di conversione universale (CU), calcolata in maniera univoca per tutte le imprese assicuratrici, sulla base della classe di merito di provenienza e quella indicata dall’attuale compagnia. In base alla classe di conversione universale verrà stabilito l’ammontare della somma richiesta per stipulare il contratto assicurativo.

Un ulteriore documento è richiesto per tutti i clienti che abbiano scelto di avvalersi del Decreto Bersani, secondo cui i nuovi assicurati possono “ereditare” la classe di merito di un conducente appartenente allo stesso nucleo famigliare.

In questo caso sarà necessario fornire anche una copia del libretto di circolazione e dell’attestato di rischio della persona da cui si voglia ereditare la classe di merito. Per i veicoli appena acquistati oppure in caso di recente passaggio di proprietà, per i quali non sia ancora stato rilasciato il libretto di circolazione, è necessario fornire all’assicurazione un documento provvisorio che certifichi l’abilitazione alla circolazione.

Infine, alcune compagnie assicurative possono richiedere una ricevuta che certifichi l’avvenuto pagamento del contratto. Tutti i documenti richiesti devono essere consegnati alla compagnia assicurativa, secondo le modalità indicate dall’operatore dell’agenzia o dai documenti informativo. Nella maggior parte dei casi è possibile inviarli tramite email, fax oppure per posta.

Una volta ultimati tutti i passaggi necessari per poter stipulare la polizza richiesta, la compagnia assicurativa provvederà ad inviare al proprio assicurato una serie di documenti indispensabili per certificare l’avvenuta garanzia.

Questi includono, oltre alla copia del contratto, anche il Contrassegno assicurativo, la Carta Verde ed il Modulo CAI. Il Contrassegno assicurativo è il cedolino che deve essere esposto obbligatoriamente sul parabrezza del veicolo. Indica la compagnia dalla quale si è tutelati, la targa del veicolo e la data di scadenza del contratto. La Carta Verde, invece, è un documento internazionale che consente la circolazione del veicolo assicurato nei Paesi esteri.

Infine, il Modulo CAI, meglio noto come CID, è un documento che dovrebbe essere conservato all’interno del veicolo. In caso di sinistro il Modulo CAI deve essere compilato dal cliente, ed inviato alla propria compagnia assicurativa, in modo da rendere più rapide ed efficaci le operazioni di risarcimento.

Alkahest
Q-code: Tutti-i-documenti-necessari-per-le-assicurazioni

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

inserisci la tua mail e rimmarrai aggiornato, perchè non farlo è gratis