La tua azienda online

Fai conoscere i tuoi servizi

Sei alla ricerca di articoli su google, per testi, blog e altro.

Sei arrivato nel sito di Article Marketing giusto, qui sono disponibili articoli divisi per categorie.

promoter vendi24

Cosa ti si addice maggiormente? Una vasca o una doccia? Proviamo a scoprirlo

C'è chi preferisce la comodità di un bagno rilassante in vasca e chi preferisce la sferzata energica di una rapida doccia, ma non sempre è possibile disporre di entrambi: il dilemma vasca – doccia è presente più che mai nella quotidianità degli utenti, talvolta indecisi sul tipo di servizio e/o trattamento più consono per l'esigenza dell'utente, o che sia idonea rispetto alle dimensioni del bagno e così via dicendo.
Non è necessario, però, operare una scelta definitiva: infatti, come vedremo in seguito, è possibile combinare i due complementi vasca – doccia, per un “prodotto definitivo” in grado di rispondere a qualsiasi tipo di necessità dell'utenza.
Infatti, non tutti sanno come sia possibile attrezzare la vasca in modo che, all'occorrenza, diventi un comodo box doccia: se proprio non si riesce a trovare la giusta soluzione, dunque, è sempre possibile combinare i due complementi tanto dibattuti.
Una soluzione può essere quella di dotare la vasca di una o più antine pieghevoli, che, richiudendosi su una parete, non costituiscano un ingombro fisso: è fondamentale questo passo, in quanto “libera” l'utente da possibili ostacoli e, soprattutto, pericoli all'interno del proprio bagno.
Nel caso di due ante possono essere scorrevoli o piegarsi a libro: una piccola invenzione “rivoluzionaria” che, aggiunta alle altre, fornisce un servizio integrato per facilitare l manovre dell'utente.
Possono essere realizzate con diversi materiali: di vetro sintetico e struttura in PVC quelle più economiche, di cristallo temperato e struttura in acciaio quelle più eleganti e naturalmente più costose, ma l'importante è che abbiano guarnizioni in gomma lungo i bordi inferiori per una perfetta tenuta all'acqua.
Un'alternativa è costituita da un box a soffietto, in materiale acrilico, che, essendo costituito da numerose ante, si può adattare anche ad una vasca curva.
Se la vasca è posizionata in una nicchia, viene spontaneo chiuderne anche la parte anteriore per creare il box doccia; la soluzione migliore è quella di porre ai lati delle ante fisse e al centro una o due scorrevoli per l'ingresso.
La nicchia può anche essere creata se la vasca è addossata alla parete da un solo lato.
In pratica si pone un'anta fissa sul fronte vasca e ante apribili sul fianco.
L'aspetto negativo di queste due ultime soluzioni è che si ottiene un box doccia molto ampio, a discapito dell'aspetto che risulta più ingombrante e visibile.
Ovviamente non va dimenticato che esistono modelli combinati vasca - doccia già predisposti. Non dobbiamo soffermarsi al solo benessere che sono in grado di regalarci queste strutture; basti pensare all'utenza che è portatrice di handicap o agli anziani. Vasche con sportello o cabine doccia con gradini facilitati, rappresentano le risposte ideali per questa cerchia di utenza, troppo spesso trascurata, a favore di modelli sempre più evoluti ed indirizzati verso i piaceri del comfort e del benessere.

Renzo Merelli
Q-code: Cosa-ti-si-addice-maggiormente-Una-vasca-o-una-doccia-Proviamo-a-scoprirlo
Località: Arredamento

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

inserisci la tua mail e rimmarrai aggiornato, perchè non farlo è gratis