La tua azienda online

Fai conoscere i tuoi servizi

Sei alla ricerca di articoli su google, per testi, blog e altro.

Sei arrivato nel sito di Article Marketing giusto, qui sono disponibili articoli divisi per categorie.

promoter vendi24

Dipingere con gli acquerelli

Tra tutte le tecniche pittoriche, la più delicata è senza dubbio quella con gli acquerelli. Le caratteristiche della pittura ad acquarello sono la luminosità e la brillantezza dei colori, qualità che si prestano particolarmente nella realizzazione di paesaggi.
Gli acquerelli sono preparati con pigmenti sospesi in una base idrosolubile, adatti per dipinti su carta. Si possono trovare in tubetto o pastiglie su tavolozza. La gamma dei colori è più ampia nella versione a tubetti, ma con un pò di esercizio è possibile ottenere sfumature personalizzate mescolando i primari e realizzare effetti suggestivi.

Dipingere con gli acquerelli: occorrente
Per iniziare a dipingere un acquarello occorrono alcuni strumenti fondamentali: un set di acquarelli, una serie di pennelli tondi a punta con le setole morbide, un pennello piatto n. 8 per stendere lo sfondo, un blocco di carta.
Esistono diversi tipi di carta per acquerello, con diverse consistenze e a superficie ruvida o liscia. Per i principianti, fino a quando non avranno imparato a controllare la densità degli acquerelli, è consigliabile iniziare con il tipo di carta ruvida più economica, poichè l'eccesso di acqua può creare bolle o provocare ondulazioni sul foglio.
Una volta diventati degli acquerellisti provetti, potranno esprimere la propria creatività anche sulle pregiate carte con fibre di lino.

Dipingere un acquerello: alcune nozioni di base
Dipingere con gli acquerelli non è difficile, ma l'ispirazione da sola non basta, occorre infatti possedere qualche semplice nozione di base.
Prima di applicare il colore è preferibile disegnare il soggetto  usando tratti molto leggeri, infatti la trasparenza dell'acquerello non riuscirebbe a coprire il contorno della matita. Se lo si preferisce, è possibile usare le matite colorate acquerellabili.
La carta va tenuta in posizione orizzontale per evitare scolature e fissata al piano con il nastro adesivo.
Sulla tavolozza vanno preparati tutti i colori che si intendono utilizzare. Ogni colore va diluito in una vaschetta differente. L'acqua va aggiunta in piccole quantità.
Il pennello va impregnato interamente e poi tamponato per eliminare il colore in eccesso. Quando si passa da un colore all'altro esso deve essere sempre sciacquato con cura. Se si usano diversi pennelli, l'acqua del risciacquo va cambiata continuamente.
Il colore va applicato velocemente per ottenere tinte uniformi e pennellate omogenee evitando così effetti di sovrapposizione che, una volta asciutti, risulterebbero esteticamente sgradevoli.
Si possono usare i colori primari puri oppure mescolati per ottenere nuove tonalità. Va ricordato che una volta asciutti appariranno più chiari.
Ciò che colpisce maggiormente in un acquerello è la luminosità. Questo effetto è dovuto al sottofondo bianco della carta, quindi per non rischiare di offuscare la lucentezza dei colori, è meglio non sovrapporne più di tre strati.

Tuttavia, se i primi tentativi con gli acquerelli non hanno prodotto dei capolavori, non è il caso di scoraggiarsi, infatti con la pratica verrà naturale individuare il giusto grado di liquidità del colore, la quantità occorrente e il modo corretto di usare il pennello.

seo dir
Q-code: Dipingere-con-gli-acquerelli
Località: Vendite-on-line

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

inserisci la tua mail e rimmarrai aggiornato, perchè non farlo è gratis